Due mondi a confronto
La via storica al Col du Joux, ora quasi abbandonata; le selvagge foreste di Marsin, ora conquistate dai nuovi tracciati.


Punto di partenza: Amay, raggiungibile con corriera giornaliera dal capoluogo
Quota minima: Amay 1450 m
Quota massima: Poco sopra al Col du Joux 1660 m
Durata: 2 ore il circuito completo
Segnaletica: varia, citata nel testo
Periodo: tutto l’anno, ma con suolo innevato necessita attrezzatura specifica

Il percorso:
Appena in vista delle case di Amay, salendo da Saint-Vincent per la strada regionale, si stacca una mulattiera sulla destra, segnalata col n°2. Poco prima a sinistra si apre un ampio slargo per chi deve posteggiare. Il tracciato della mulattiera, ora esile nell’erba, rivela un passato glorioso, con lastricature e scalpellature in roccia, risalenti ai tempi in cui, non esistendo la strada regionale, questo era il principale passaggio dalle alte valli walser alla valle centrale.
Si sale a mezza costa con belle aperture sulla grande valle e, in primo piano, la pittoresca chiesetta di Amay. Anche la campagna circostante fa parte del panorama con alcuni grossi villaggi compatti che dall’alto mostrano i loro armoniosi tetti in lose al margine di prati ben irrigati. In primavera le sponde del sentiero e gli incolti circostanti sono rallegrati da intense fioriture d’orchidee selvatiche. Un naturalista attento osserverà poi che la mulattiera salendo segue il contatto fra le antiche colate sottomarine di lava basaltica, ora affioranti come pietre verdi, e i sovrastanti sedimenti oceanici, ora affioranti come teneri calcescisti brunicci. I prati sempre più regolari e curati annunciano ben presto la panoramica e suggestiva frazioncina di Joux (30 min. dalla partenza), con alcune case completamente in rovina, da cui si raggiunge la strada regionale che si segue per un breve tratto.
Poco sopra, al bivio per le piste di sci, una palina indica che il nostro sentiero n°2 taglia a sinistra nel bosco rado di larici, per giungere al culmine del colle (45 min.), da dove si sale ancora a sinistra seguendo ora il segnavia n°12. Comincia qui il tratto boscoso dell’itinerario, che lambisce appunto la più vasta foresta del Comune. In realtà la foresta si estende per la maggior parte sul crinale e sul versante opposto, più fresco e umido, ma, approfittando di periodi climatici favorevoli, gli alberi hanno colonizzato anche le nostre pietraie di Marsin per la gioia dei raccoglitori di funghi.
Al culmine della salita si giunge al Rû Courtaud, dove una lapide ricorda l’opera gigantesca portata a termine dalle famiglie della “collina” di Saint–Vincent nel XV secolo ed il più modesto, ma assai utile, ripristino di qualche decennio fa. Il canale si alimenta ad un torrente che scende dal Monte Rosa, solca a mezza costa tutta l’alta Valle d’Ayas e sbocca al Col du Joux irrigando le colture d’altitudine di Saint-Vincent ed Emarèse.
Si prende dunque a sinistra in leggera discesa la pista sul canale, e la si segue fino ai prati di Fromy che occhieggiano fra i rami dei larici che fiancheggiano il percorso. Grandi blocchi di marmo indicano la vicinanza di una vecchia cava ora persa nella vegetazione a monte della strada. In corrispondenza della stradina che sale da Fromy (1 h 15 min.) anche la nostra pista risale la conca e s’inoltra in un bosco pianeggiante assai suggestivo, poi per costa su terreno più aperto. In fondo ad una discesa un bivio ci permette di abbandonare l’itinerario 12 e scendere a sinistra sempre su pista sterrata, fra i prati e qualche bosco, fino a raggiungere la pista agropastorale che si segue ancora a sinistra. Dopo una breve e moderata discesa appare la panoramica Cappella dei Partigiani, elevata a ricordo del tragico periodo 1943-1945. Un forte gruppo di partigiani infatti si oppose ai nazifascisti in questa zona, che vide anche l’arresto del chimico, poi divenuto scrittore, Primo Levi. Da qui ad Amay si segue in discesa la strada asfaltata.

Testi di Piergiorgio CRETIER e di Francesco PRINETTI con la collaborazione di Ferruccio CURTAZ

Contattaci!

Insaintvincent
Via Roma 62,
11027 Saint-Vincent