Quello che sorge nel sottosuolo della Chiesa Parrochiale di Saint-Vincent è testimonianza di una storia importante, sin dai tempi più remoti.

Le strutture murarie ritrovate, probabili testimonianze di una ricca villa rustica o di una importante mansio lungo la via, con annesso un impianto termale, vennero alla luce durante gli scavi archeologici iniziati nel 1972 all’interno e nelle immediate vicinanze della chiesa parrocchiale.

L’importante edificio, ortogonale rispetto all’asse della via romana, giaceva su costruzioni risalenti alla fine dell’Età del Bronzo o meglio agli inizi di quella del Ferro.

Le strutture più antiche di questo edificio, stando ai rinvenimenti ceramici, risalirebbero alla fine del I° secolo a. C. o agli inizi del II° d. C., proprio al momento della prima romanizzazione della valle e della costruzione della strada.

Su queste sorse tra il II° ed il III° secolo un complesso termale di una certa importanza, al quale si affiancò alla fine del IV° secolo d. C. un edificio absidato, il cui utilizzo non è ancora chiarito del tutto, forse utilizzato anche come primo luogo di culto cristiano. La distruzione del complesso termale avvenne con ogni probabilità agli inizi del V° secolo.

L’uso funerario del luogo, in epoca paleocristiana, è documentato da alcune tombe sovrapposte ai resti dell’edificio termale.

Altre tombe, risalenti al VII° - VIII° secolo, che precedono l’impianto della nuova chiesa romanica nel secolo XI° XII, attestano la continuità di questo culto in questo luogo privilegiato.

Attenzione: Il sito non è accessibile ai disabili

Clicca per maggiori informazioni


Contattaci!

Insaintvincent
Via Roma 62,
11027 Saint-Vincent