Particolarmente suggestiva per la sua collocazione nei pressi dell'orrido sul torrente Marmore e facilmente raggiungibile a piedi dal centro di Châtillon, la chiesetta della Madonna delle Grazie sorge vicino ai resti del ponte romano.

Costruita probabilmente nel 1643 per volontà del nobile Alessandro Betta, è stata ampliata nel 1820 per merito del parroco Linty.

L'edificio si sviluppa secondo una forma piuttosto articolata, sia in pianta, sia nei prospetti, caratterizzati da una copertura posta a diverse altezze e da un alto campanile sulla cui cuspide sorge un'ottocentesca statua della Madonna.

La facciata principale è decorata da un affresco raffigurante la Vergine con San Grato e San Giocondo e sopra al dipinto si erge una finestra piuttosto grande con una singolare forma tondeggiante.

All'interno della Chiesa, l'altare maggiore, di fine settecento, è in legno dorato con colonne tortili e statue della Madonna, del Padre Eterno e degli angeli. La statua originale della Vergine è stata rubata nel 1979 ed è stata poi sostituita con quella che vediamo oggi.

Le pareti sono decorate da dipinti ex-voto, alcuni dei quali risalenti al XIX secolo, e raffiguranti la Madonna intenta a salvare la vita ai suoi fedeli. In particolare, in un dipinto datato 1880 è rappresentato un uomo su una carrozza trainata da un cavallo imbizzarrito sopra il ponte antistante il municipio e l'immagine della Madonna che protegge il conducente.

L' 8 settembre di ogni anno la cappella è meta di una processione di fedeli residenti nella vicina frazione di Chameran, che festeggiano il loro Santo Patrono.


Contattaci!

Insaintvincent
Via Roma 62,
11027 Saint-Vincent